Consigli post colloquio

Due mesi fa, abbiamo iniziato una serie di articoli dedicati alla ricerca di lavoro, la scelta del soggetto e le tecniche per un buon colloquio. Ma i consigli non sono finiti - Scopri con noi come sono strutturati colloqui e come gestirli prima di poter iniziare il lavoro dei sogni!

Sei nella situazione in cui: hai un curriculum brillante, ti sei candidato per un lavoro interessante e hai sostenuto un colloquio? È questo il momento in cui iniziano a manifestarsi i sintomi più comuni da post-colloquio: mangiarsi le unghie, controllare la propria casella di posta ogni secondo e chiedere ai familiari (poverini) se qualcuno ha chiamato mentre non eri in casa. Lo sappiamo – ci siamo passati tutti!

I processi di recruitment sono cambiano a seconda delle aziende e non si possono fare stime sui tempi di attesa per la risposta. Nelle piccole aziende, gli aspiranti sono in numero inferiore e, magari, una settimana basta ai recruiters per arrivare ad una decisione.

Se sei ancora in attesa di una risposta, ecco qualche consiglio: innanzitutto invia una e-mail ringraziandoli per l'opportunità che ti hanno dato nel farti partecipare al colloquio e confermando l'interesse per il ruolo. Talvolta anche una telefonata può essere utile per fare una buona impressione.

Per le aziende internazionali e per posizioni di responsabilità, le cose possono essere più complesse. Il colloquio potrebbe svolgersi in diverse tappe:
• Innanzitutto, un preliminare colloquio telefonico con un responsabile Risorse Umane, un agente, o un supervisor che cercherà di capire la tua esperienza e se la candidatura è valida.
• Una seconda prova è di solito con i responsabili HR. Il colloquio può essere organizzato in diversi modi:

- Per le posizioni tecniche in genere bisogna sostenere un test di conoscenza.
- A questo può seguire un colloquio di gruppo in cui l’esaminatore valuta la vostra capacità di lavoro di squadra.
- A volte possono concentrarsi sulla dinamica di gruppo e creare situazioni di competizione per raggiungere un obiettivo. L’esaminatore analizza il tuo ruolo all'interno della squadra e  le tue capacità di leadership.

Normalmente 10-15 candidati vengono chiamati.

• Il secondo colloquio è di solito più personale. Potresti doverlo sostenere sia con la stessa persona sia con un altro esaminatore e può anche essere impostato in gruppo. A seconda di come è strutturato il colloquio, potrebbe prevedere una serie di domande o potrebbe essere più simile a una conversazione basata in modo più ampio sulla tua esperienza, gli obiettivi e le competenze. Circa 3 - 5 persone partecipare a questo colloquio.

In questi casi il processo di recruiting può durare tra 15 giorni e un mese per cui rilassati, manifesta il tuo interesse per il ruolo e attendi paziente la loro decisione. Nel frattempo, non dimenticare  di dare un’occhiata anche ad altre posizioni di lavoro che si rendono disponibili e, se hai già dimenticato cosa fare, tornare al nostro articolo sulla ricerca di lavoro. In bocca al lupo!

Condividi ora