Imparare l'inglese ascoltando la musica?

La musica svolge un ruolo fondamentale nelle nostre vite: ci fa emozionare, divertire, rilassare, e che ci crediate o no, ci aiuta anche a imparare l’inglese.

Se state per partire per un soggiorno studio all’estero, o dovete sostenere un esame di lingua, ascoltare un po’ di musica potrebbe tornarvi molto utile. La musica, infatti, può aiutarvi a:

1. Migliorare le vostre capacità di listening e ad ampliare il vostro vocabolario, perché quando ascoltiamo una canzone in lingua straniera, cerchiamo di comprendere il significato del testo. Questo esercizio è molto utile per affinare le proprie capacità di listening e a imparare nuovi vocaboli.

2. Imparare slang e modi di dire. I testi delle canzoni presentano costruzioni linguistiche, metafore e slang che non sempre è possibile trovare nei libri di testo. Incorporando questi elementi all’interno delle vostre conversazioni sembrerete dei veri e propri native speakers.

3. Migliorare la vostra pronuncia. Proprio così, quando canticchiate le canzoni che sentite alla radio, non fate altro che esercitarvi sulla pronuncia. State pur certi che in poco tempo sarete in grado di distinguere l’accento inglese da quello americano.

4. Ripassare le regole di grammatica, leggere i testi delle canzoni è un buon modo per ripassare le regole di grammatica, anche se spesso è possibile trovare delle “eccezioni”, utilizzate per adattare il testo alla melodia. Un ottimo esercizio è identifica gli errori presenti all’interno del testo e indicare qual è la forma corretta.

Musica


Per questo motivo da oggi troverete all’interno del nostro blog la sezione “Inglese in musica”, in cui di volta in volta prenderemo in esame i testi delle canzoni più famose.

Abbiamo deciso di inaugurare  questa rubrica con una delle canzoni più cantate degli ultimi anni, realizzata da una delle cantanti britanniche più famose al mondo…stiamo parlando di “Hello” di Adele, un ottimo esempio per mettere in luce i quattro punti sopraelencati.

 

Partendo dal testo, già dalla frase di apertura è possibile ritrovare uno dei modi di dire inglesi più comuni. “It’s me”, è, infatti, il mondo informale per rispondere al telefono, e corrisponde al nostro “pronto”. Modi alternativi, e più formali che si possono utilizzare sono “Hello, this is Adele” o “Adele speaking”.

 

Un altro slang utilizzato all’interno della canzone lo troviamo alla fine della prima strofa:

But I ain't done much healing”. Ain’t, è, infatti, una forma contratta utilizzata principalmente nell’inglese parlato, il cui significato varia in base al contesto in cui viene utilizzato perché può significare: am not, are not, is not, have not e has not. In questo caso sta per “I have not”.

 

All’interno del testo è inoltre possibile trovare diverse forme verbali, dalle più semplici alle più complesse, ad esempio:

They say = Present Simple

Both of us are running out of time = Present Continuous

We were young and free = Past Simple

I’ve forgotten = Present Pefect

It felt = Simple Past

I was wondering = Past continuous

A tal proposito vi consigliamo di individuare tutti i verbi presenti all'interno del testo e raggrupparli in diverse categorie in base al tense.

 

Proprio per quanto riguarda la coniugazione dei verbi, è possibile individuare anche piccolo errore di grammatica nel verso finale del ritornello: “But it don’t matter it clearly doesn’t tear you apart anymore”.

La forma negativa della terza persona singolare è, infatti, doesn’t.

 

Volete scoprire di più sul testo della vostra canzone preferita? Lasciate un commento qui sotto con il titolo della canzone e il nome dell’artista! Per scoprire di più sull’offerta formativa Kaplan cliccate sul banner qui sotto o contattate gratuitamente un consulente, fino al 30 settembre i nostri prezzi sono bloccati!

 

Banner BD

 

Condividi ora 
Articoli Correlati