Studiare inglese a New York – Il #Kaplanfriends della settimana è Fabrizio

“Quando ho deciso di studiare inglese all’estero con Kaplan ero al mio ultimo anno delle superiori, e volevo assolutamente fare un’esperienza che mi sarei ricordato per tutta la vita, quasi come un rito di passaggio dopo la maturità. La scelta, onestamente, non è stata difficile. New York mi aveva sempre attirato in qualche modo e con Kaplan avrei avuto la possibilità di vivere al centro di Manhattan e studiare inglese al 63 piano dell’Empire State Building. Così non ci ho pensato più di tanto e sono partito!”

 

Empire

 

È così che ha avuto inizio la #KAPLANEXPERIENCE di Fabrizio, studente universitario originario di Alghero, ma ormai romano d’adozione.

“Ho scelto il corso di inglese generale, che prevede 3 ore di lezione al giorno dal lunedì al venerdì. Così facendo avrei avuto la possibilità di godermi l’estate e renderla in qualche modo anche produttiva. Inoltre, ho scelto questo corso perché non avrei neanche dovuto richiedere un visto ma solo l'ESTA, ottenibile in pochi minuti sul web.

 


Articolo che potrebbe interessarti: Come ottenere la Visa e quando ne hai bisogno


Durante i miei due mesi a New York sono stato al New Yorker, un residence per studenti che si trova tra la 8th e la famosa 34th di fronte al Madison Square Garden e a poche centinaia di metri dall’Empire State Building e da Times Square.

Devo ammettere che i primi giorni sembravano surreali, era incredibile pensare di svegliarsi nel cuore di Manhattan. È un po’ complicato pensare a una giornata tipo, poiché, pur essendo stato lì per due mesi, nessuna giornata era uguale a un’altra. New York ha così tanto da offrire che è impossibile annoiarsi.

In generale, mi alzavo la mattina, facevo colazione al Tick Tock, un ristorante all’interno del New Yorker e, dato che facevo lezione di pomeriggio, dedicavo la mattina a scoprire la città. La sera New York si illumina e si respira un atmosfera magica: a chi ha più di 21 anni (quando sono partito ne avevo 18 ) consiglio assolutamente i rooftop; ci sono comunque tanti posti da visitare e punti panoramici dove andare anche se non si hanno 21 anni. Alla fine quello che conta è la compagnia, con le persone giuste la vostra sarà un’esperienza indimenticabile.

 

Le lezioni sono molto coinvolgenti e divertenti. Gli insegnanti, tutti madrelingua, sanno perfettamente come confrontarsi con studenti provenienti da tutto il mondo e sono in grado di farti imparare l'inglese in modo spontaneo e naturale. Come se non bastasse, le classi, che si trovano al sessantatreesimo piano, hanno tutte una vista mozzafiato sulla Grande Mela!

Inoltre la scuola organizza tantissimi eventi, gite ed escursioni. Tra le mie attività preferite, ci sono state le serate a Broadway dove abbiamo visto diversi musical tra cui Aladdin e il più famoso di tutti: Phantom of the Opera; nonché le gite di due giorni nel weekend a Washington e a Boston e una partita di baseball al Yankee Stadium nel Bronx.

 

statua della libertà

 

Tra i posti che consiglio assolutamente di visitare a New York ci sono il Rockefeller Center, da dove si ha assolutamente la vista migliore sulla città, la Statua della Libertà in barca, e il ponte di Brooklyn, sia di notte che di giorno (panorama stupendo venendo da Brooklyn verso Manhattan). Tra le altre cose da fare ci sono anche la visita al palazzo delle Nazioni Unite e i musei come il MoMA e il Metropolitan.

 

Una delle esperienze più belle che ricordo è quando siamo andati a vedere Sia a Central Park durante la diretta di “Good Morning America”, Sia ci ha fatto aspettare un pochino ma alla fine, quando ha iniziato a cantare Chandelier e Cheap Thrills, abbiamo capito che ne era valsa davvero la pena alzarsi alle 4 del mattino e mettersi in fila!

 

Sia

 

Per chi sta per partire con Kaplan consiglio solo due cose: fatevi coinvolgere e siate voi stessi. Se avete paura di non fare amicizia sappiate che non siete gli unici, anche tutti gli altri studenti sono nella vostra situazione, e questo sarà proprio il fattore che vi farà legare di più. Troverete ragazzi e ragazze da ogni parte del mondo con culture ed esperienze diverse e voi farete parte di tutto ciò.

 

Tra i miei progetti del futuro ci sono un MBA (spero alla NYU), anche se ancora sto studiando in un’università americana a Roma (John Cabot University) e lavoro per una compagnia aerea a Fiumicino. Di sicuro Kaplan è stata fondamentale nel farmi ottenere tutto questo, non solo per l’inglese ma soprattutto per l’esperienza che ti cambia totalmente e ti apre la mente.

 

Un voto? Beh 10, ovviamente!

Avete voglia di vivere un’esperienza unica come Fabrizio? Contattate i nostri consulenti senza alcun impegno o create il vostro preventivo gratuito e personalizzato con la nostra app, e partite per il viaggio che potrebbe cambiare la vostra vita!

 

Banner BD

 

Condividi ora 
Articoli Correlati